CHI SONOadmin

GGB_2597_1

Davide Nesti e la fotografia al collodio

Sono nato in Settembre, proprio all’inizio dell’autunno.

Ho studiato fotografia presso varie scuole in tutta Italia ed ho capito che fare una buona fotografia non dipende tanto da “cosa” si fotografa, ma da “come” si fotografa.

Mi sono avvicinato alla tecnica del collodio umido perché, a mio avviso, è quella che lascia più spazio alla creatività e permette il ritrovamento di una “serendipity” fotografica che oggi è praticamente sconosciuta.

La fotografia al collodio nei matrimoni dà grande soddisfazione soprattutto a chi ama fotografare situazioni e soggetti sempre diversi e dà la possibilità di mostrare al pubblico un procedimento così straordinario da sembrare ai limiti della fantascienza.

L’evoluzione fotografica consente ormai una grande velocità di acquisizione e condivisione dell’immagine.
La fotografia storica permette invece di ritrovare i tempi giusti per realizzare un oggetto unico, non ripetibile e preziosamente fragile come tutte le cose importanti nella vita.

Una giornata di festa passata in compagnia dei propri amici è lo scenario ideale per questo tipo di fotografia… e questo vi piacerà!


le mie macchine fotografiche

inseparabili compagne

AGATA

agata


per formati fino a 13x18cm

Penelope

regina


per formati fino a 18x24cm

Regina

penelope

per formati fino a 18x24cm

Vanessa

vanessa

per formati panoramici 21x38cm